Menu

I piccoli Desartigian - Campus Estivo di Paola Mirai in Triennale di Milano

Posted on May 09 2017

Campus estivi di una settimana per bambini e ragazzi dai 7 ai 12 anni dove potranno unire la progettualità del designer alla manualità dell’artigiano.

Dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 17:00.

Settimana: 26-30 giugno 2017

Settimana: 3-7 luglio 2017


PER INFO E PRENOTAZIONI:
tdmkids@triennale.org
http://www.triennale.org/evento/i-piccoli-desartigian/

“Creatività” è sinonimo di “pensiero divergente”, cioè capace di rompere continuamente gli schemi dell’esperienza.
E’ “creativa” una mente sempre al lavoro, sempre a far domande,
a scoprire problemi dove gli altri trovano risposte soddisfacenti,
a suo agio nelle situazioni fluide nelle quali gli altri fiutano solo pericoli,
capace di giudizi autonomi e indipendenti (anche dal padre, dal professore
e dalla società), che rifiuta il codificato, che rimanipola oggetti
e concetti senza lasciarsi inibire dai conformismi.
Tutte queste qualità si manifestano nel processo creativo.
E questo processo ha un carattere giocoso: sempre.

Gianni Rodari

Il Desartigian è un essere multiforme e di curiosa natura (oltre che di natura curiosa). Concepisce nella mente idee magnifiche o semplicissime, spesso partendo da dettagli piccoli così. Ma sono idee ancora incapaci di prendere il volo per diventare terrene.
Ecco che qui interviene la sua seconda natura, quella dell’artigiano, e una serie di
tecniche corre in aiuto delle sue manine svelte. Il Desartigian è pronto per dare vita ad una sedia , slancio ad una toppa, voce ad una foglia, mani ad una stoffa.

Gioco. Invenzione. Creazione. Partendo dagli spunti pedagogici della Grammatica della Fantasia di Rodari, ho concepito un workshop come un’occasione data ai bambini per mixare questi tre concetti e render loro capaci di appropriarsene.

Il workshop

Obiettivo del workshop è porre i bambini e i ragazzi al centro di un percorso,
di un viaggio che li faccia riappropriare della loro manualità per porla al servizio
della fantasia.
Tramite appositi giochi didattici ciascuno di loro partirà da associazioni casuali
di nomi, oggetti, azioni e verbi con cui costruire delle storie. Dovranno quindi
dar loro vita, costruendole con tecniche e materiali diversissimi, dalle piume
di gabbiano ai rifiuti tecnologici con tutto quel che vi è in mezzo.
Agiranno o individualmente o in gruppi a seconda delle personalità.
La creazione durerà tutta la settimana, intervallata da momenti più dinamici
all’aperto.
Al termine dei 5 giorni, ogni creazione nata durante questo periodo sarà raccolta
nel personalissimo Almanacco di Bottega, un grande libro / raccoglitore che
i bambini porteranno a casa. Un piccolo archivio della creatività, a cui attingere per ricordarsi gli ingredienti dell’invenzione: tutto.
Una settimana creativa in cui ciascun bambino sperimenta il potere del narrare con
le proprie mani. L’arte di toccare un racconto.

0 comments

Leave a comment

All blog comments are checked prior to publishing

Join our Mailing List

Sign up to receive our daily email and get 50% off your first purchase.